Si sta visualizzando la categoria: Versamento volontario

Elenco di tutti i contenuti relativi alla voce di categoria selezionata.

A quanto ammonta la quota per il versamento volontario? (FAQ)

Indipendentemente dalla tipologia lavorativa svolta dal lavoratore in precedenza (tempo pieno o tempo parziale), l’importo del versamento volontario individuale è pari a 10 euro mensili pro‐capite. Pertanto, le prestazioni sanitarie relative a periodi coperti dal versamento volontario saranno quelle previste per un tempo pieno.

Chi può iscriversi al versamento volontario? (FAQ)

Vi sono casi in cui il versamento dei contributi al Fondo Est da parte dell’azienda per alcuni periodi non è obbligatorio. Tali periodi si riferiscono ad uno stato di disoccupazione o di mobilità, oppure all’aspettativa non retribuita ovvero alla cassa integrazione (Rif. circ. n°2 del 2010).

Come si effettua il pagamento per il versamento volontario? (FAQ)

Il pagamento avverrà in un'unica soluzione annuale, che verrà calcolata dal sistema informatico, in base alle informazioni fornite dal lavoratore. Il sistema calcolerà i periodi contributivi fino al 31 dicembre dell’anno in corso, eventuali periodi eccedenti l’anno, dovranno essere versati entro il 31 gennaio dell’anno successivo.

Come si effettua l’iscrizione al versamento volontario? (FAQ)

Il lavoratore che decida di avvalersi della prosecuzione volontaria dovrà presentare apposita richiesta on line (manuale di iscrizione al versamento volontario), entro tre mesi dalla data di inizio della sospensione o della cessazione del rapporto di lavoro.

Cosa accade nel caso in cui un lavoratore, che ha effettuato il versamento volontario, fosse successivamente assunto da un’azienda, anch’essa tenuta al versamento al Fondo Est? (FAQ)

Nel caso in cui un lavoratore, che ha effettuato il versamento volontario, fosse successivamente assunto da un’azienda, anch’essa tenuta al versamento ad EST, gli eventuali contributi volontari versati in eccedenza dal lavoratore, concomitanti con quelli versati dal datore di lavoro, saranno accreditati in termini di mensilità aggiuntive di copertura al lavoratore che ne usuf

È possibile portare in detrazione l’importo pagato per il versamento volontario? (FAQ)

Si ricorda che la ricevuta di pagamento ‐ unitamente alla ricevuta di avvenuta iscrizione, attestante che Fondo EST opera negli ambiti di intervento stabiliti con il decreto del Ministero della Salute del 31 marzo 2008 ‐ potrà essere utilizzata dal lavoratore per usufruire della deduzione dal reddito di lavoro dipendente. L’art. 51, comma 2, lett. a), del D.P.R.

Versamento volontario (Pagina)

Vi sono casi in cui il versamento dei contributi al Fondo Est da parte dell’azienda per alcuni periodi non è obbligatorio. Tali periodi si riferiscono ad uno stato di disoccupazione o di mobilità, oppure all’aspettativa non retribuita ovvero alla cassa integrazione. Con il versamento volontario (Rif.

Condividi contenuti