NOVITA’ PACCHETTO MATERNITA’

 

 

Dal 01 gennaio 2015 il  “Pacchetto Maternità” di Fondo Est presenta alcune novità:

 

 

  1. Si arricchiscono le prestazioni per le quali le nostre iscritte potranno chiedere il rimborso. Alle visite di controllo ostetrico ginecologiche, già ammesse a rimborso, si aggiungono i controlli ostetrici, la visita anestesiologica in caso di programmazione di parto cesareo e di parto indolore. Tutte le visite possono essere rimborsate nel numero massimo complessivo di quattro per gravidanza  (sei per  gravidanza a rischio). Sono inoltre ammesse a rimborso le analisi microbiologiche .
  2. La richiesta di rimborso deve essere inoltrata entro il termine di 1 anno dalla data della fattura o del documento di spesa relativo alla prestazione fruita. Per il ricovero per parto il termine decorre dalla data delle dimissioni.
  3. Il massimale di rimborso di 1.000,00 € viene calcolato  per evento “gravidanza” e non più per anno solare. Cioè il plafond di 1.000,00 € è a disposizione delle iscritte per le prestazioni sanitarie, relative alla gravidanza, effettuate dalla data dell’ultima mestruazione alla data del parto o, eventualmente, alla data dell’aborto spontaneo o terapeutico.

Si ricorda che la gestione delle prestazioni “Pacchetto Maternità” è unicamente in forma rimborsuale, vale a dire che si potrà fruire delle prestazioni in gravidanza presso le strutture e i professionisti di fiducia, pagando direttamente la struttura o il professionista e chiedendo il rimborso a Fondo Est.

Fondo Est provvederà a rimborsare le spese da Te sostenute secondo le regole e nei limiti del massimale di spesa previsti dalla Guida “Pacchetto Maternità.

30/12/2014